Respirazione e scienza del benessere

Chi affronta i temi del benessere lo sa bene: il concetto di star bene sta cambiando e, con esso, le mille sfaccettature del termine wellness. Sempre più persone sono alla ricerca di un benessere psico-fisico profondo. Ecco perché hotel, centri sportivi e persino le aziende stanno adottando soluzioni innovative per la rigenerazione della mente, oltre che del corpo.

viso1 respirazione-slider1
viso2 respirazione-slider2
viso3 respirazione-slider3
viso4 respirazione-slider4

Yoga e respirazione, insieme alla Mindfulness, sono indubbiamente tra le soluzioni più ricercate degli ultimi tempi. Scopriamo insieme alcuni tra gli studi scientifici più interessanti in materia, selezionati dal Global Wellness Institute in un recente report.

Respirazione e sonno

Uno studio della Stanford University del 2021 condotto su un campione di 1000 bambini delle scuole elementari con disturbi del sonno ha evidenziato risultati stupefacenti. La pratica costante di esercizi di respirazione profonda ha portato in media a 74 minuti di sonno in più a notte e quasi mezz’ora in più di sonno REM.

Respirazione e ansia

Un recente studio condotto in Brasile conferma l’impatto positivo delle tecniche di respirazione sulla gestione dell’ansia. Si tratta del primo studio in grado di dimostrare l’influenza del respiro sul cervello. I partecipanti allo studio, sottoposti a risonanza magnetica funzionale, hanno infatti mostrato significativi cambiamenti nelle aree del cervello coinvolte nella regolazione emotiva, abilità complessa da cui dipende fortemente la qualità della vita di ognuno di noi.

Yoga e respirazione contro la depressione

Uno studio della Boston University del 2019 ha dimostrato che Yoga e respirazione migliorano i sintomi dei disturbi depressivi. I partecipanti, sottoposti a lezioni di Yoga e tecniche di respiro tre volte a settimana, hanno registrato una migliore qualità del sonno, più energia, più positività e un calo di stress ansia in un mese

Respirazione contro l'invecchiamento mentale

Uno studio dell’UCLA del 2016 ha scoperto che la pratica settimanale di meditazione e tecniche di respiro potrebbe prevenire il declino mentale legato all’età. Lo studio è stato condotto su un campione di anziani con disturbi precoci della memoria. Un gruppo ha svolto un programma tradizionale di allenamento mentale in classe, mentre l’altro ha fatto meditazione e respirazione profonda. Tutti i test cognitivi hanno mostrato risultati positivi sul pensiero; tuttavia il gruppo di meditazione ha avuto un miglioramento dell’umore molto più significativo, una maggiore memoria visuo-spaziale e una migliore comunicazione tra le parti del cervello che controllano l’attenzione e la messa a fuoco.

Respirazione e pressione sanguigna

Una meta-analisi del 2019 (49 studi) in Mayo Clinic Proceedings indica che le tecniche di respirazione possono avere un impatto positivo sull’ipertensione tanto quanto l’esercizio aerobico, con un calo fino a 11 /6 mmHg.

respirazione-blocco1

Andrea Zuccari, primatista mondiale di apnea, durante una sessione di respirazione guidata su Zerobody in Casa Starpool.

Health Innovation: l’esperienza Starpool al servizio di nuove esigenze di salute

Crediamo che la ricerca scientifica sia grande alleata del benessere e lavoriamo ogni giorno affinché il nostro concetto di Wellness risponda alle esigenze di un individuo sempre più attento alla cura di sé e all’equilibrio tra corpo e mente. E da questo presupposto che sono nati i nostri prodotti di Health Innovation: soluzioni innovative per la rigenerazione psico-fisica, la gestione dello stress e al riattivazione dei potenziali di salute.