Menu Contatti

28/08/20

QUALI SONO I BENEFICI DI UN’ESPERIENZA IN SPA?

Un must: l’alternanza tra caldo, freddo e riposo

Il calore

Durante una giornata in spa, il nostro corpo è sottoposto a momenti di calore, reazioni fredde e riposo.
Con il termine “calore” ci si riferisce alla condizione nella quale il nostro organismo subisce un surriscaldamento corporeo e produce delle sensazioni quali aumento della temperatura basale, sudorazione e aumento del battito cardiaco. Il permanere dell’organismo in tale condizione può portare a scompensi metabolici.

Il freddo

Per tale motivo è importante eseguire la reazione fredda dopo l’esposizione al calore, sia esso secco o umido. L’applicazione di una reazione fredda permette all’organismo precedentemente sottoposto ad un innalzamento di temperatura, di equilibrare lo stato termico corporeo facendo evaporare completamente il calore percepito sul corpo e riportando le funzioni organiche in una situazione di equilibrio naturale. Il freddo, infatti, ha un ottimo effetto tonico e antispastico, in termini più comuni, rilassa progressivamente la muscolatura come già noto nell’antichità quando il ghiaccio e la neve venivano utilizzati per alleviare il dolore e rilassare la muscolatura.

Il riposo

Il riposo invece è la condizione durante la quale l’organismo si trova in uno stato di relax e sensazione positiva, permettendo il corretto ripristino del proprio stato di equilibrio e l’ottimizzazione dello stato fisiologico. Comodi lettini, una temperatura dell’ambiente moderata, della musica soft, le luci tenui e la possibilità di usufruire di bevande, costituiscono elementi essenziali per un riposo completo.

L’alternanza tra calore, freddo e riposo è uno degli aspetti fondamentali per chi vive un’esperienza all’interno di una spa, non eseguire una delle tre fasi non porta ai benefici desiderati, al contrario, la sensazione è quella di stanchezza e spossatezza. Partiamo dal calore. Quale attrezzatura scegliere? Se chiediamo qual è la più conosciuta all’interno di un centro benessere, sicuramente la maggior parte di voi risponderà la sauna finlandese e al secondo posto ci sarà il bagno di vapore. Ma come si distinguono tra loro e quali sono gli esatti benefici?

I benefici della sauna finlandese

In questo tipo di ambiente la temperatura raggiunge gli 80-100 °C mentre l’umidità non supera il 10-20%, eccetto quando viene gettata dell’acqua sulle pietre roventi della stufa.
Molti sono gli studi a riguardo, i più conosciuti sono quelli di Marc Cohen che dimostrano come una regolare esposizione al caldo secco della sauna, favorisce notevoli benefici al sistema cardiocircolatorio, all’apparato muscolo-scheletrico, al sistema nervoso e al sistema respiratorio. La sfida a cui viene esposto il nostro corpo lo induce ad una iperventilazione che modifica il Ph del sangue e lo allena a combattere possibili future infezioni, non solo, lo shock termico che l’esposizione a 90 °C comporta, protegge le cellule immunitarie e aumenta il loro numero e la loro attività (Clinical effects of regular dry sauna bathing, 2018).

Questo succede poiché durante l’esperienza all’interno della sauna finlandese, il nostro corpo subisce un innalzamento della temperatura basale, la circolazione sanguigna aumenta e il consumo di energia accelera. In questo modo si mette in moto la termoregolazione e le ghiandole sebacee producono sudore allo scopo di raffreddare il corpo, facendo evaporando il calore verso l’esterno attraverso i pori della pelle e eliminando grandi quantità di acqua contenenti acido urico, metalli pesanti, colesterolo ma anche sali minerali. Inoltre distende la muscolatura e dona un equilibrio al ritmo sonno-veglia che ci fa dormire meglio e ci fa risvegliare al mattino più ludici e concentrati.

I benefici del bagno di vapore

Il clima all’interno è tiepido rispetto alla sauna finlandese, infatti la temperatura si aggira attorno ai 45°C, ma l’umidità è alle stelle, siamo al 98-100%. Queste caratteristiche permettono di raggiungere benefici molto simili a quelli degli hammam. La temperatura poco invasiva risulta particolarmente rilassante a livello psico-fisico e il nostro corpo produce serotonina, l’ormone della felicità.
Al contempo, l’alta percentuale di vapore presente, fa sì che le goccioline di acqua si appoggiano sul corpo ammorbidendo lo strato superficiale della pelle e favorendo il distaccamento delle cellule invecchiate a favore di quelle nuove ed eliminando le tossine giunte in superficie. La pelle sarà pulita, rinnovata, luminosa, morbida e omogenea. E’ possibile rinforzare questi benefici con un’azione di pulizia del tessuto cutaneo attraverso l’applicazione di uno scrub meccanico ottenendo ottimi risultati di compattezza, tono ed idratazione.
Inoltre, all’interno di questa stanza, viene respirata acqua sotto forma di vapore mantenendo le mucose del tratto respiratorio umide, integre e morbide, in questo modo i batteri e virus faranno più fatica a radicarsi.

Articoli correlati

Affidati ai nostri
professionisti del benessere

Contattaci