Menu Contatti

21/12/20

LE TENDENZE DAL MONDO WELLNESS: IL GALLEGGIAMENTO

La crescita del benessere

Per l’economia mondiale, il wellness è un settore vitale. In crescita costante dal 2015, è uno dei comparti trainanti dello sviluppo internazionale. Basti pensare che il turismo del benessere è aumentato dal 2015 al 2017 ad un tasso del 6,5%, quasi il doppio della crescita del turismo generale. Non solo, nel 2017, il 17% delle spese nel settore del turismo è rappresentato da viaggi di benessere e le spa location sono passate da 121.595 nel 2015 fino a raggiungere nel 2017 la quota di 149.000 strutture (Global Wellness Summit, 2018).

Questi dati ci confermano come oggi più che mai gli spazi dedicati al wellness rivestono un ruolo fondamentale per la salute delle persone, ma quali sono le tendenze che stanno caratterizzando questa crescita? Vediamone alcune.

Il galleggiamento

Il galleggiamento è una tecnica di rigenerazione del corpo e della mente che dagli Stati Uniti si sta espandendo sempre più in tutto il mondo. Perché? I suoi benefici abbracciano molteplici aspetti della vita quotidiana di ognuno di noi: dalla cura dell’insonnia e quella dei dolori cronici, dal potenziamento cognitivo fino alla ripresa atletica per chi si allena frequentemente o esce da un infortunio.

Durante la fase di galleggiamento determinate aree celebrali si attivano, stimolando una risposta fisiologica opposta allo stress e un conseguente miglioramento duraturo delle performance mentali. Al contempo, l’assenza di punti di contatto ha un effetto benefico sul sistema muscolare, sulla circolazione e sulle articolazioni.

Come funziona? E’ necessario immergersi in una vasca con acqua, contenente una soluzione ipersatura di solfato di magnesio grazie al quale il corpo inizia a galleggiare sulla superficie senza nessuno sforzo. Solitamente si ricreano all’interno dello spazio buio e silenzio, in modo da annullare qualsiasi stimolo esterno. Dopo circa trenta minuti, il corpo e la mente iniziano a percepire i primi benefici ed un profondo rilassamento.

La ricerca scientifica sul galleggiamento è numerosa. Il “Libr Float Clinic & Research Center” sta conducendo uno studio scientifico sul galleggiamento quale cura e prevenzione di stati d’ansia e depressione, con conseguente riduzione dell’utilizzo di medicinali.
All’interno di questo studio viene utilizzato, oltre alle tradizionali vasche di galleggiamento, un sistema innovativo di galleggiamento asciutto. In questo caso, grazie ad una membrana che separa il corpo dall’acqua, è possibile avere gli stessi benefici del galleggiamento tradizionale ma in un tempo più breve e senza la necessità di spogliarsi e bagnarsi. Così facendo, è possibile permettere anche ai pazienti che rifiutano il contatto diretto con l’acqua di poter partecipare allo studio e di conseguenza, curare la propria condizione stress-correlata tramite il potere terapeutico del galleggiamento.

Il galleggiamento ha molteplici applicazioni e soprattutto il dry float è di facile implementazione grazie alla sua versatilità, efficacia e facilità di installazione in qualsiasi spazio a disposizione. Pensiamo alla spa di un hotel, dove è possibile offrire agli ospiti una seduta di galleggiamento, oppure ad un centro sportivo dove gli atleti necessitano di momenti di recupero muscolare. Non solo, anche all’interno di aeroporti per la regolare il ritmo sonno-veglia e combattere il jet-lag oppure nelle aziende come focalizzazione sugli obiettivi da raggiungere.

Insomma, i benefici del galleggiamento stanno raggiungendo nuovi segmenti grazie alla facilità e accessibilità ma soprattutto grazie ad una crescente sensibilità delle persone nei confronti di soluzioni efficaci per vivere bene e per rigenerare il corpo e la mente.

Articoli correlati

Affidati ai nostri
professionisti del benessere

Contattaci