Menu Contatti

08/02/21

INDOOR GENERATION: QUANTO TEMPO PASSI IN AMBIENTI CHIUSI?

Quanti anni hai? Venti? Trenta? Sessantacinque? In base alla risposta potresti identificarti nei vari termini coniati nel corso degli anni per caratterizzare la tua generazione: Baby Boomers, Millenials, Generazione X, Y, Z. Quello che forse non sai è che tutte queste generazioni possono essere accomunate da un unico nome, nel quale probabilmente non ti sei mai identificato fino ad oggi: Indoor Generation.

Il Rapporto WHO Europe 2013 ha indicato che viviamo il 90% del nostro tempo all’interno di ambienti confinati. Il dato più grave è che, secondo un sondaggio parallelo condotto da YouGov, non ce ne rendiamo conto, sottovalutando o ignorando i rischi per il nostro benessere di essere una Indoor Generation.

L’indagine, condotta su un campione di 16.000 soggetti Europei ed Americani tra marzo e aprile 2018, ha evidenziato che oltre l’80% delle persone è convinta di vivere all’aperto almeno 3 ore al giorno. Ma non è vero!

A questo si aggiunge una bassissima consapevolezza dei danni negativi di una vita “indoor” sull’organismo. Aria contaminata, umidità, utilizzo di materiali plastici dannosi, ambienti poco arieggiati e scarsa illuminazione. Sono solo alcuni dei cosiddetti “killer invisibili” che influenzano negativamente le nostre funzioni biologiche, fisiche e cognitive.

Inoltre, le nuove frontiere del benessere abitativo e dell’epigenetica mostrano chiaramente che l’ambiente circostante influenza, nel bene e nel male, il nostro DNA e la nostra risposta agli stimoli che arrivano dall’esterno.

Indoor Generation: i nostri consigli per combattere gli effetti negativi

Sarebbe bello poter vivere maggiormente gli spazi aperti e tornare in connessione con la Terra e con gli elementi naturali. È certamente uno sforzo che possiamo e dobbiamo imporci ogni qualvolta sia possibile. Ma la realtà è che la nostra vita quotidiana è fatta di spazi chiusi: scuola, ufficio, casa, negozi.

Diventa quindi fondamentale che questi spazi siano quanto più salubri possibile. Qualche suggerimento che puoi mettere in pratica da subito:

  • Apri spesso le finestre ed arieggia gli ambienti.
  • Riduci al minimo l’utilizzo dei condizionatori, optando per soluzioni alternative di termoregolazione degli ambienti.
  • Scegli con cura i sistemi di illuminazione: in commercio esistono oggi soluzioni in grado di riconoscere la fase della giornata e modulare di conseguenza la luce emessa, nel pieno rispetto dei ritmi circadiani.
  • Investi nel benessere e realizza un angolo rigenerativo in casa o in azienda. Sauna finlandese, bagno di vapore e Zerobody possono diventare il tuo alleato per una pausa rigenerante, per abbattere lo stress, dormire meglio, alleviare la fatica e ripartire con slancio.

Articoli correlati

Affidati ai nostri
professionisti del benessere

Contattaci